0410___Page_1

Ancora l’arte coreana al Museo Nazionale di Arte Orientale “Tucci” in via Merulana. Stavolta il palazzo Brancaccio ospiterà una mostra dedicata agli ornamenti per hanbok, il costume femminile tradizionale coreano, dal titolo “Nodi che ammaliano

L’inaugurazione è previta per oggi, 12 maggio, alle 17.00 e l’ingresso è gratuito solo per questa giornata. Comunque, potrete visitarla fino al 12 giugno.

Scusate la poca tempestività con cui ve lo comunico e la brevità del post, ma vi ho già reso partecipi della fase poco tranquilla, direi quasi da manicomio, che sto attraversando! Grazie ad Andrea per avermi informato, a Carolina per avermi ricordato di scriverlo sul blog e a tutti quelli che stanno contribuendo a tenerlo aggiornato.

Annunci

Ormai viaggiare a Londra è diventato più facile – e più economico – che fare una gita fuori porta. Senza nulla togliere alla bellezza del nostro patrimonio artistico e naturalistico, la capitale del Regno Unito potrebbe rivelarsi interessante non solo per la ruota panoramica, il Tower Bridge e Camden Town.

200801180042[2]

Carolina – per chi non la conoscesse, è la piccola e intraprendente seonbae della nostra facoltà –  reduce da una recente visita alla regina Elisabetta, ci invita a fare una visita al Korean Cultural Center. Questo recentissimo istituto, fondato nel gennaio 2008 col sostegno del ministero della cultura coreano, oltre ad essere fornito di spazi per conferenze, cinema e una biblioteca, presenta periodicamente eventi e mostre dedicate all’arte e cultura coreana. Nel sito potete trovare il programma delle attività che si svolgono in questi giorni, tra cui: mostre sul manhwa, aull’artigianato, hangul, fotografia, ceramiche, oltre ad una rassegna cinematografica, corsi di lingua e moltissime altre iniziative al di fuori del centro. Viene quasi voglia di prendere il primo aereo per Londra, solo per fare una capatina là dentro! Peccato non avere anche qui da noi un’opportunità del genere per promuovere ed apprezzare la cultura coreana (scusate la vena polemica).

Comunque, la cara Carolina, rispondendo alla mia richiesta di soccorso, ci suggerisce anche una varietà di altri link che, se non riclogohiedono di spostarci fisicamente, ci faranno almeno viaggiare un po’ di fantasia e immaginazione.

Uno è VisitKorea, il portale di informazione per chi si prepara proprio a viaggiare nel paese: “qui ci sono tutte le informazioni su tutto quello che un viaggiatore possa e voglia sapere”.

collages

Gli altri riguardano la Corea del Nord. The forbidden railway – a train trip to Pyongyang è il blog di una coppia di incauti amici che hanno fatto un viaggio da Vienna a P’yongyang e documentato il tutto con foto e indicazioni pratiche. Della serie “se qualcuno volesse ripetere la pazzia…”.

Gli altri sono due suggestivi reportage fotografici: trovate i link qui e qui.

Per oggi è tutto! Un grazie ancora alla magnifica Carolina. ^^

roma-posterIl Fascino del Verde: continuità e innovazione nei céladon della città di Gangjin” è il titolo della nuova mostra presentata in questi giorni presso il Museo Nazionale d’Arte Orientale ‘Giuseppe Tucci’. Gangjin, la città coreana da cui provengono le ceramiche dalla particolare vetrina verde, è rinomata per i suoi eccelenti maestri, custodi di un artigianato che risale a più di mille anni fa’.

Le opere di questa esposizione, che farà tappa in sei diverse città europee, renderà omaggio al patrimonio artistico di questa terra attraverso i prestigiosi céladon di epoca Goryeo.

La mostra sarà inaugurata lunedì 27 aprile alle 11.30 e si protrarrà fino al 6 maggio nelle sale del museo in via Merulana, 428 a Roma.

clip_image0011

Segnaliamo una mostra di fotografia contemporanea dal titolo Asian Dub Photography ospitata presso il Foro Boario a Modena. La mostra, promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modeana e curata da Filippo Maggia, raccoglie le opere di artisti provenienti dall’Estremo Oriente e dal Sud Est Asiatico e si protrarrà fino al 1 marzo 2009. Per la Corea sono presenti due nomi: Yeondoo Jung e Kimsooja.

Ad affiancare l’esposizione, una nutrita rassegna di eventi collaterali, che spaziano dalla rassegna cinematografica Far East, a conferenze su architettura, economia e arte, fino a dj set, concerti e lezioni culinarie.

Informazioni più dettagliate sul dèpliant o direttamente sul sito ufficiale.